Image Cross Fader Redux

(da TUTTOJUVE.COM) Simone Zaza stupisce e si dimostra un giocatore già pronto a spiccare il grande salto. La prestazione con la Norvegia rappresenta l'ennesimo gradino che Simone ha deciso di salire per consacrarsi tra i migliori del calcio italiano. il progetto Zaza non parte oggi, ma dal bianconero di Ascoli quando in serie B si dimostrò un prospetto interessantissimo con grandi doti e gol bellissimi. La Juventus  lo conosceva già bene perché Fabio Paratici lo aveva scoperto e portato alla Sampdoria.
Zaza non è solo un grande talento, ma anche un ragazzo dalle grandi doti caratteriali. Nato a Policoro bel paese costiero in Basilicata, Simone Zaza è una delle rivelazioni della B. Cresciuto nella Stella Azzurra Bernalda, nei pressi di Policoro, fu scoperto dalll'Atalanta, trasferendosi a 15 anni in Lombardia dove nel 2008 vince il torneo Arco-Beppe Viola. Nel 2008 l'esordio in A e nel 2009 la prima da titolare nel match Atalanta-Palermo 2-2. Nel 2010 va alla Samp con cui sottoscrive un quinquennale, grazie alla regia abile di Paratici. Nel 2011 gioca da protagonista in derby con la Samp. Nel 2011 poche partite con la Juve Stabia, dove non decolla, ma nella finestra invernale passa al Viareggio dove si rilancia con 11 gol in 18 partite. Il resto e' storia recente: Ascoli e stagione in bianconero da protagonista con diciotto gol in 35 gare.
Nato il 25 giugno e' un cancro, quindi un carattere duro, sveglio, lottatore, come un certo Vialli. Ha fiuto del gol, cinismo e grandi doti balistiche. Guardando i suoi gol nell'Ascoli si riconoscono le stimmate del bomber di razza. 
Il direttore sportivo della Sampdoria, Osti, a malincuore dovette scegliere tra lui e Gabbiadini e anche in seguito all'indicazione del giocatore lucano, puntò sull'ex bergamasco, mettendo in piedi con la Juventus una trattativa che vedeva la cessione in cambio 
In sintesi: acquisto della metà di Gabbiadini dall'Atalanta per 5.5 milioni di euro. Cessione della metà contestuale alla Sampdoria per la medesima cifra. Contemporaneamente acquisto del cartellino di Simone Zaza dalla Sampdoria per 3.5 milioni di euro e cessione di metà del cartellino al Sassuolo per 2.5 milioni di euro.
VANTAGGI: In pratica la Juventus per 1 milione di euro acquistò Zaza e pose in atto una collaborazione molto forte con il Sassuolo. I bianconeri così senza spendere nulla aumentarono i giocatori sotto controllo.
GIROCONTO E ACCONTO: l'operazione, quasi da finanza creativa, per dirlo con termini economici, è un giroconto che alla Juventus non è costata quasi nulla ed è stata un acconto della collaborazione che poi ha portato all'acquisto di Domenico Berardi.
Quest'anno poi la fase finale della trattativa con la cessione della seconda metà di Zaza per 7,5 milioni  agli emiliani e la possibilità di riacquistare il giocatore per 15. Facendo un calcolo, togliendo quanto già ricevuto dal Sassuolo, Zaza costerà alla Juventus 5 milioni, il premio di valorizzazione per questi due anni di lavoro svolto dalla società emiliana. Alcuni tendono, forse a criticare la politica bianconera che ha portato a questa operazione, ma quanto spazio avrebbe avuto Zaza con Vucinic, Quagliarella, Tevez e Llorente lo scorso anno? Forse quest'anno la musica poteva essere diversa, ma i bianconeri hanno deciso di sfruttare l'occasione Morata che ha un gran potenziale. Conoscendo la stima che ha Fabio Paratici per Zaza siamo sicuri che se il giovane di Policoro dimostrerà la sua crescita in questa stagione l'anno prossimo sarà un attaccante della Juventus. 

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta