Image Cross Fader Redux

(16 settembre 2014) di ROBERTO SAVINO - Uscita con le ossa rotte dall'ultima Champions League, complici errori propri e decisioni assurde prese nell'atto decisivo della prima fase, la Juventus si rituffa nella competizione europea con tanta voglia di far bene e con la consapevolezza di essere la prima, se non l'unica, squadra italiana a poter imprimere una svolta per il tanto bistrattato calcio italiano. A Torino, contro il Malmo, mister Allegri rinuncia a Pereyra (squalificato), proponendo la sola novità di Asamoah al suo posto rispetto alla gara casalinga vinta contro l'Udinese. Non ha un gran ritmo la Juve nei primi minuti di match e, per questo, fatica non poco a trovare varchi per infilare l'attenta e rocciosa difesa svedese. Pogba è impreciso in orizzontale ed in un paio di occasioni regala pericolosi palloni ad un Malmo tutt'altro che arrendevole,mal sfruttati dalle legnose gambe avversarie, ma al minuto 18 Buffon è tempestivo nel chiudere lo specchio ad Eriksonn sul profondo traversone da destra che procura più di un brivido. Gioca costantemente sugli esterni la Juve, con Evra e Lichtsteiner, il secondo in maggior misura, ripetutamente al cross, sempre preda dei rognosi centrali svedesi. Asamoah, nll'inedito (nella Juve) ruolo di interno sinistro, cerca tiri da fuori senza fortuna ed alla mezz'ora di azioni davvero pericolose nemmeno l'ombra. Dimenticando nel conto, ovviamente, il netto penalty negato ai bianconeri per un fallo di mani in area di Helander, punito dall'arbitro con una punizione a favore della difesa ospite (!). Al minuto 34, Llorente è abile e protegge spalle alla porta un bel pallone recapitatogli dalla tre quarti, si gira, ma il suo destro è sporcato in angolo dal suo marcatore. Dieci minuti e Tevez è bravo a trovare un pertugio per l'imbucata di Lichtsteiner. Lo svizzero è impreciso nell'appoggio laterale e l'azione sfuma clamorosamente. E' complicata la partita e serve una ripresa con più verve per portare a casa i tre punti. Pronti via e la Juve che scende in campo nella ripresa è più convinta. Pogba alza la testa e serve Lichtsteiner che non lo imita e, testa bassa, serve al centro Tevez marcatissimo invece di provare uno scavetto, facendo volare imprecazioni. Qualche minuto e l'Apache fa tutto benissimo al limite dell'area, chiama il triangolo ad Asamoah, che gli restituisce la sfera con un tacco delizioso per un rigore in movimento. L'argentino,da non più di una dozzina di metri,ha il tempo di guardare il portiere e di piazzare un interno destro imprendibile per il gol che, finalmente, sblocca il punteggio, consentendogli di rompere il ghiaccio in Champions League dopo 1003 interminabili minuti di digiuno. Due minuti e l'appoggio in gol di Llorente su servizio di Lichtsteiner è annullato per un dubbio off side del primo al momento della verticalizzazione di Pogba per lo svizzero. Poco male. Tevez è letteralmente scatenato, ben coadiuvato da un Lichtsteiner mobilissimo e la Juve ora si sblocca nella manovra, alla ricerca del gol della sicurezza. Evra, più in ombra del suo dirimpettaio, all'improvviso si sveglia e con due traversoni mette ansia agli svedesi. Lichtsteiner,nel primo caso,schiaccia troppo di testa con palla in curva, Llorente e Pogba,nel secondo,non arrivano di un soffio sulla palla rasoterra e l'azione sfuma. In chiusura, i bianconeri scrivono la parola fine nel modo più bello. Bonucci ferma con tempismo una pericolosa accelerata ospite, facendo ripartire i bianconeri. Palla al nuovo entrato Morata il quale, con un pregevole numero, si sbarazza del difensore e si invola verso la porta. Fermato al limite, lo spagnolo guadagna un piazzato, regalando l'occasione a Tevez. L'argentino,dai sedici metri, un pò spostato sulla sinistra, spara un proiettile sul secondo palo che incenerisce il portiere e manda tutti a casa. E' finita qui. Con un secondo tempo da squadra di rango, la Juve bagna l'esordio in Champions League con una vittoria scintillante, portandosi a quota tre in classifica a pari punti con l'Olympiacos Pireo che, clamorosamente, liquida i vice campioni d'Europa dell'Atletico Madrid per 3 a 2.

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta