Image Cross Fader Redux

(11 aprile 2014) di LIVIA PRINCIPINA MARCHISIO - Antonio Conte dopo la gara vinta contro il Lione è orgoglioso della sua Juve: «Abbiamo riportato la Juve in una semifinale di competizione europea dopo più di 10 anni e questo ci riempie di orgoglio». Le prossime avversarie in semifinale sono Benfica, Siviglia e Valencia: «Ora il livello delle avversarie è molto alto - sottolinea il tecnico. Oggi siamo partiti molto bene e forse abbiamo pensato che tutte fosse troppo semplice, abbassando la guardia e facendoci trovare impreparati sul gol. Quando ti trovi sull'1-1 è sempre difficile capire quali siano le ripercussioni psicologiche, ma ci siamo riassestati, abbiamo segnato ancora, sfiorando il terzo gol e credo che alla fine la qualificazione sia meritata». Un messaggio ai tifosi: «Noi dobbiamo pensare ai nostri tifosi e mi auguro che si ricordino sempre da dove arriviamo e cosa siamo riusciti ad ottenere finora. Mi aspetto sempre di sentire molti applausi allo Stadium. Detto questo -conclude il tecnico - in Italia o sei pro, o sei contro la Juve e non credo che a molti interessi del ranking, ma che anzi siano in tanti a sperare che la Juve venga eliminata» Andrea Pirlo firma l'ennesimo gol su punizione: «Punizioni diverse le une dalle altre? L’importante che entrino. A Lione sono stato sfortunato perché un uomo è rimasto con piede a terra, ma stavolta l’ho calciata sopra. Quella sopra la barriera è quella che mi piace di più, un calcio classico che faccio fin da quando sono bambino». Sul prossimo avversario il Mozart bianconero non si sbilancia: .«Siviglia, Valencia e Benfica sono tre squadre forti, hanno sempre fatto la Champions. Diciamo che è una mini Champions. Comunque vada domani, per noi è uguale". Giorgio Chiellini è soddisfatto della prova della squadra: «C’è grande soddisfazione per quanto abbiamo fatto. Tante volte lo si dà per scontato perché sulla carta la Juve è più forte, ma non è sempre così». Sulla gara: «Siamo stati bravi a sfruttare le occasioni avute. Abbiamo perso un po’ di lucidità nella seconda metà del primo tempo, quando serviva essere lucidi, ma tutto sommato è un risultato meritato. Ci siamo un po’ fatti trascinare dal clima allo stadio. Dopo l’1-0 sembrava che dovessimo vincere 4-0, dopo l’1-1 invece sembrava che dovessimo rimontare noi il risultato anche se stavamo già passando. Così si dà fiducia e sicurezze all’avversario, mentre in quel momento serve essere lucidi e fare le cose preparate in allenamento». Anche Giorgio non ha preferenze sul prossimo avversario: «L’unica cosa che mi interessa è tornare qui il 14 maggio: giocare la finale davanti al proprio pubblico è un’occasione che potrebbe non ricapitare più nella storia della società, e dobbiamo sfruttarla». Asamoah è uno dei giocatori più in forma ed a fine gara commenta cosi la prestazione: «Abbiamo abbassato un po' il ritmo dopo il vantaggio e non siamo stati attenti sul calcio d'angolo da cui è nato il loro gol. In quel momento è cambiata un po' la partita, ma siamo stati bravi a tenere il possesso palla e a gestire il gioco, anche perché, viste le tante partite che stiamo giocando non possiamo andare sempre al massimo». La semifinale un traguardo importante: «Per noi era molto importante andare avanti e non è stato facile . Il Lione ha giocato molto bene, ma siamo riusciti a fare ciò che avevamo preparato».

1 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Livia commenta in modo stringato ed esaustivo, gli avvenimenti di una serata fpndamentale nel cammino straordinario della Juventus di Antonio Conte..... Grandi i giocatori al apri della Società..... Forza JUVEEEEE.......... ma anche: FORZA LIVIETTA..........

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta