Image Cross Fader Redux

(20 marzo 2014) di ROBERTO SAVINO - Il ritorno degli ottavi di finale a Firenze è da vincere o pareggiare con gol per poter continuare a sognare una Finale di coppa europea in casa propria. Stavolta, gli assenti tra i titolari son pochi (Barzagli e Lichtsteiner) e la voglia di far bene, nelle intenzioni della vigilia, è massima. Serviranno occhi di tigre per uscire a braccia alzata tra sciarpe avversarie che festeggiano la qualificazione da una settimana, ma a partire bene sono i viola ed il diagonale pronti via di Gomez spaventa Buffon. Come sempre aggressivi, i toscani pressano altissimi una Juventus un po’ compassata che, comunque, se la cava con padronanza in fase difensiva, salvo a perdersi dalla cintola in su. Prese le misure, intorno al 20°, salgono i bianconeri e sul lancio dalle retrovie di Bonucci, il controllo di petto di Pogba in piena area è perfetto, di certo più dell’esterno destro schiaffeggiato che gira largo. La replica viola è nella botta radente di Pizarro, insidiosissima, che scappa via sul fondo (28°). Un minuto ed il sinistro di Tevez, ben districatosi al limite dell’area, è telefonato tra le braccia di Neto, così come quello di Pogba sessanta secondi più tardi. E’ il miglior momento di Pirlo e compagni che, però, lentamente, scivolano sui ritmi della fase iniziale della gara. Chiellini libera come può, servendo sulla corsa Ilicic. Nessuno chiude su di lui ed il destraccio dello sloveno è, fortunatamente, sballatissimo. Il destro di Tevez al 43°, violento ma centrale, chiude una prima frazione dove a regnare è stato un esasperato tatticismo, con la Juve preoccupatissima di non complicare una qualificazione già tanto in bilico. Si studiano ancora le due squadre ad inizio ripresa e la punizione di Borja Valero dal limite è pericolosa solo per la posizione (52°). Cinque minuti e la soluzione di Cuadrado è previdibile, seppur violenta e Buffon respinge con i pugni. I ritmi diventano altissimi, anche grazie all’arbitro che fischia all’inglese, gli errori si moltiplicano come le azioni che, da ambo le parti, non si chiudono per un soffio. Poi, intorno al minuto 60, la Juve rompe ogni indugio e si appropria della partita. Llorente aggira Gonzalo costringendolo ad un fallo che gli vale il secondo giallo, guadagnando un calcio da fermo (68°). Tre minuti per batterlo, poi sempre lui, Andreino Pirlo, il pittore rinascimentale del 1400, quasi 1500, spolvera l’incrocio con un destro dorato degno degli Uffizi, che si incastona all’incrocio più lontano di una porta che è ormai una cornice, portando la Juve in vantaggio. C’è in campo ora solo una squadra, bella, entusiasta e tonica come nei giorni migliori. Isla entra come il burro per un cross basso per le punte che, fosse più preciso, ucciderebbe il match. Sparisce la viola dal campo, sempre a rincorrere una palla sempre tra piedi bianconeri. Lichtsteiner, appena dentro per Isla, tira molle sul primo palo invece di servire Tevez libero al centro e le urla di Conte si odono da Ponte Vecchio. Se si fosse ancora sullo 0 a 0, la palla messa clamorosamente a lato da Vidal di testa a quattro secondi dal 90°, provocherebbe infarti al posto di semplici imprecazioni. Il triplice fischio giunge quando la Fiorentina non ne ha proprio più. La Juventus con un grandissimo secondo tempo, la schianta senza appello andando avanti in coppa per un’altra certezza che solleva il popolo bianconero. Nella finale di Torino non ci saranno sciarpe viola.  

2 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Esilarante cronaca di una partita difficile ma Conte ha fatto i compiti a casa stavolta. I giocatori buoni hanno fatto la differenza ma il rottame ceduto senza se e senza ma ci ha regalato un momento di pura classe calcistica...una classe che in pochi hanno.

    RispondiElimina
  2. maiellabianconera21 marzo 2014 21:35

    questa volta hanno inghiottito un rospo molto grande, difficile da digerire in tempi brevi.Stavano preparando una festa ai nostri danni tanto erano sicuri di passare il turno

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta