Image Cross Fader Redux

24 marzo 2014) di LIVIA PRINCIPINA MARCHISIO - Antonio Conte dopo la gara vinta 1-0 contro il Catania cerca di gestire al meglio le forze dei suoi ragazzi visti i tanti impegni: «Siamo migliorati a livello, di maturità, consapevolezza e umiltà – sottolinea Conte dopo la vittoria contro il Catania - Ed è grazie a questo se stiamo facendo tutti questi punti, anche se gli avversari ci conoscono meglio. Giocando ogni tre giorni non possiamo andare sempre al massimo, ma ora riusciamo a gestire le forze. Questo è un momento di difficoltà a livello di infortuni e stanno giocando sempre gli stessi, ma tutti stanno dimostrando di essere grandi uomini oltre che grandi calciatori». Lo scudetto non è ancora una pratica chiusa: «E' un altro passo in avanti. Stiamo viaggiando a ritmi straordinari, ma dobbiamo rendere merito alla squadra di Garcia che sta facendo un ottimo campionato. L'Europa League ci costringe a giocare ogni tre giorni e dobbiamo tenere il piede schiacciato sull'acceleratore. Noi scendiamo in campo sempre per vincere. In campionato stiamo facendo cose straordinarie, in Europa League vogliamo andare avanti e cercheremo di gestire le forze». Il mister parla dello stato di forma di Osvaldo: «Daniel si è inserito molto bene. Il suo problema è solo che non ha iniziato la preparazione con noi, ma ha grandissime qualità e allenato nella giusta maniera potrebbe diventare un giocatore importante per la Juventus. E' un ottimo ragazzo e se avessimo il tempo di lavorare anche a livello fisico oltre che tattico, potrebbe dare ancora di più». Sulla sua espulsione e quella di Maran: «Penso che il signor Damato abbia voluto dare un monito ai giocatori cacciando gli allenatori per stemperare gli animi – spiega Conte - Abbiamo entrambi capito il momento, del resto non era una partita semplice». Carlitos Tever raggiunge la testa della classifica capo-cannonieri (insieme ad Immobile) dopo aver segnato al Catania: «E’ stata una gara difficile, il Catania era molto aggressivo. Credo che sia stata una guerra in campo, ma se giochi contro la Juve tutta la squadra vuole chiaramente vincere. E’ andata così in campo». E ora testa alla prossima gara in campionato con il Parma, mercoledì: «Sappiamo che tutte le partite davanti per vincere il campionato sono finali. Dopo penseremo all’Europa League». Per Leonardo Bonucci non è stata una gara facile da portare a casa come lui stesso dice nel dopo gara: «Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, come ogni volta che siamo scesi su questo campo. Il Catania è una squadra aggressiva, che sicuramente si giocava tanto quest'oggi, però la Juventus ha dimostrato di saper gestire la partita. Loro sono partiti forte, sapendo che ci avrebbero potuto mettere in difficoltà solo nel primo tempo. Nel secondo infatti sono calati e noi abbiamo continuato a fare la partita. Abbiamo colpito e poi ci siamo organizzati per portare a casa tre punti fondamentali per la corsa scudetto». La Juve marcia verso altri record: «Ma non dobbiamo pensarci Il nostro obiettivo è scendere in campo in ogni partita a prescindere dai record che ci sono da battere per portare a casa i tre punti. Solo così puoi entrare nella storia. Abbiamo trovato una solidità importante nonostante in queste ultime partite siamo sempre gli stessi a giocare. Questo significa che ci alleniamo bene, che stiamo bene mentalmente e soprattutto fisicamente».

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta