Image Cross Fader Redux

(9 febbraio 2014) di ROBERTO SAVINO - La Juventus che scende in campo al Bentegodi contro il Verona, quinto in classifica e vera sorpresa del campionato, è quasi al completo, dovendo rinunciare al solo Barzagli, infortunato e sostituito da Caceres. Nemmeno due minuti e Tevez gira di testa un calcio da fermo di Pirlo. La sfera, deviata da Hallfredson, prova i riflessi di Rafael, che salva in corner. Altri 120 secondi e lo spunto di Asamoah brucia Cacciatori per un sinistro violento che impegna il portiere. La respinta in tuffo , è un regalo per il lesto tap in di Tevez che lo punisce per l’1 a 0 immediato. Pirlo è in forma smagliante e smista il gioco con maestria, mentre l’Apache, galvanizzato dal primo gol di questo 2014, è indemoniato e sembra giocare per due. Il resto della squadra si muove all’unisono con sistematici raddoppi di marcatura sui portatori di palla avversari. Soffocata la manovra, ogni iniziativa di Iturbe e compagni è stroncata sul nascere dai ragazzi di Conte e la Juve è padrona del match. Il bis è nell’aria e puntuale giunge al minuto 21. Pogba illumina da sinistra il corridoio giusto per Tevez. Tre passi in diagonale ed il sinistro secco dell’argentino brucia Rafael per il 2 a 0! Controllata la morbida reazione dei padroni di casa, con Caceres che ingabbia a dovere Toni, torre dei gialloblù e punto di riferimento lì davanti, la Juve cerca punture di spillo con fiammate razionali. E’ il 33° quando Llorente addomestica un traversone di Lichtsteiner da destra, per la staffilata, alta, di uno scatenato Tevez. Poi l’unica opportunità offerta agli scaligeri, nata da una dormita di Vidal, ma sventata da un attentissimo Caceres, pronto a spazzar via la ripartenza di Jankovic. Va in archivio la prima frazione che ha visto una grande protagonista: la Juventus. Si torna in campo con i medesimi 22 e dopo sette minuti il Verona riapre la partita. Sulla punizione da destra di Romulo, Toni anticipa Bonucci e infila la palla nell’angolo basso dove Buffon non può arrivare. Accusato il colpo, i bianconeri regalano agli scaligeri minuti di gioco affannoso, prima di procurarsi due palle gol in rapida successione. Moras rischia l’autogol sullo spiovente di Vidal (64°), quindi l’appena entrato Osvaldo, sfruttata la verticalizzazione inventata da Pirlo, con uno scavetto supera Rafael in diagonale. Il primo pallone toccato dal neo acquisto bianconero, accarezza il palo più lontano e strozza in gola l’urlo del tris. Ma non è la Juve della prima frazione, non c’è dubbio. La manovra è ora involuta, la misura dei passaggi lontana parente di quella sfoggiata ad inizio partita ed il pressing funziona a tratti. Buffon è miracoloso sulla girata di Toni e salva i suoi, poi al minuto 87 un destro di Toni, alto, avvisa i bianconeri che il Verona non ha mollato e che la sfida è ancora aperta. Vidal alleggerisce la pressione con un destro appena alto quando il 90° è già scaduto, poi arriva il patatrac. Punizione battuta veloce a beneficio di Romulo, largo a destra. Cross teso e testata di Gomez, in anticipo su Ogbonna, che mette in rete la palla del 2 a 2. Non c’è più tempo per rimediare. Il pari è una mazzata ed è la conferma che ogni distrazione è pagata amaramente in un campionato che appare semplice solo grazie alla tua massima applicazione. A mitigare il tutto, il pareggio a reti bianche della Roma nel derby capitolino. Con 60 punti, la Juve è saldamente in testa alla classifica con 9 lunghezze sui giallorossi che, però, devono sempre recuperare più di 80 minuti della loro sfida interna con il Parma. 

6 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Zero Conte per non aver cambiato un inguardabile quanto arrogante Vidal...Zero Conte per non aver tolto prima un affaticato Llorente...Zero Conte per non aver tolto prima Chiellini...ZERO ZERO ZERO non si devono perdere queste partite ZERO CONTE

    RispondiElimina
  2. In effetti non hanno perso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma alla fine ha ragione zebra...è come se fosse una sconfitta, porca p******!!!

      Elimina
  3. .......non esageriamo con gli zero, pero' in effetti e' sempre un po' lento nell'effettuare i cambi, Vidal era svogliatissimo ieri e un cambio con Marchisio sarebbe dovuto arrivare prima...l'infortunio di Chiellini l'ha fregato....ma al di la' di tutto e' stato l'atteggiamento presuntuoso della squadra a farmi irritare....stesso atteggiamento tenuto in coppa campioni.............SI SONO MONTATI LA TESTA E CONTE GLIELA DEVE ROMPERE A CHI DI DOVERE......ieri con la vittoria avremmo chiuso il campionato......altra parentesi........questa squadra ha 14 ottimi giocatori...il resto e' da buttare.......VEDI PELUSO!!!!!!.......FABBRY AMAREGGIATO

    RispondiElimina
  4. Vidal non ci sta con la testa........

    RispondiElimina
  5. .............se critichiamo uno che segna come un'attaccante allora finiamola qui......lui e pogba sono andati oltre le righe.....Conte gli ha spiegato che le partite non si vincono solo perche' tu chiami JUVE...anzi contro di noi tutti giocano la prtita dell'anno...8vedi anche i numerosi records di incassi dove si va......Oltre tutto cio' va anche segnalato che purtroppo oltre i 3 titolari in difesa c'e' il vuoto..Ogbonna e' stato stra pagato e non sta rendendo al meglio....PELUSO meglio come raccattapalle e Cacerec non e' un marcatore puro.....con Chiello e barzagli quel goal non l'avremmo preso.....ma purtroppo questo e' un limite della ns. formazione.....14 - 15 otimi giocatori e poi la mediocrita'......ciao fabbry




    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta