Image Cross Fader Redux

(20 febbraio 2014) di ROBERTO SAVINO - Contro i turchi del Trabzonspor comincia per la squadra bianconera un’Europa League da onorare come si conviene e da affrontare con la massima voglia di arrivare fino in fondo, per una finale che si giocherà nel suo gioiello. Le tante sfide ravvicinate che attendono i ragazzi di Conte ed il non completo recupero di Chiellini e Barzagli, impongono un turnover, che il mister attua cercando quantomeno di non alterare gli equilibri della sua squadra. Due minuti ed Ogbonna dimentica che a calcio si gioca con un pallone e l’attaccante avversario fila via verso Buffon, fermato dalla diagonale di Bonucci. Tre minuti e lo spunto di Isla, offre al destro in girata di Tevez una ghiotta opportunità, con palla alta sulla traversa. Il ritmo è da subito sostenuto ed i turchi, seppur con tutti i limiti ben evidenziati dal loro nono posto nel campionato nazionale, corrono tantissimo, giocano alti ed interrompono ogni volta sul nascere o quasi le iniziative juventine. E’ il 15° minuto quando Tevez protegge come un leone la sfera ai venti metri, tenta di allargare per Isla, ma sulla traiettoria incontra il viso di Kadir Keles che libera davanti ad Osvaldo una prateria. Glaciale, l’italo argentino secca il portiere e la Juve va in vantaggio. E’ la rete che sblocca i padroni di casa, che salgono di tono mettendo in difficoltà i ben più legnosi muscoli degli ospiti i quali, dalla loro, hanno il merito di non perdere la bussola. Con Pirlo in buona forma, chi sale in cattedra è Marchisio, con Tevez lì davanti che si danna l’anima su ogni pallone. Nel giro di due minuti, tra il 29° ed il 30°, lo Stadium potrebbe nuovamente festeggiare. Isla, lanciato nello spazio da Tevez, fa tutto bene e si porta la palla sul sinistro, il portiere esce a valanga e devia in corner. Peluso da sinistra al volo trova Tevez ai 15 metri, il cui destro piazzato soffia sul palo e si spegne sul fondo. I turchi esistono solo grazie agli sciagurati rinvii regalati, a turno, da Bonucci e Ogbonna che, per fortuna, non provocano danni, facendo però alterare il mister. Al 40° Pogba fa sfilare a meraviglia Isla. Il cross basso del cileno è per Tevez, bravissimo a liberarsi in un fazzoletto, meno nel concludere troppo centralmente per raddoppiare. La ripresa si apre ed intorno al 50° la Juve potrebbe due volte passare ancora. Il destro di Pogba provoca solo un sussulto, quello di Osvaldo, liberato tra le linee da Tevez, è troppo prevedibile per far male a Kivrak. Ancora ritmo alto e palla che, con squadre lunghissime, corre come in un flipper da una parte all’altra saltando il centrocampo. Al minuto 71 si salvano i bianconeri, con il battesimo in corner di un pallone che ha oltrepassato di un niente il fondo prima di essere messo in fondo al sacco. La maledetta di Pirlo impegna il portiere, bravo a chiudere lo specchio a Tevez sulla ribattuta. Incapace di sfruttare sino in fondo buone ripartenze, intorno all’80° i bianconeri sembrano accusare la stanchezza e faticano tantissimo ora ad impostare, soffrendo tremendamente la freschezza atletica dei turchi. E’ l’89° quando uno sbadato Vidal, in orizzontale, innesca la ripartenza ospite, conclusa da Colman con un destro largo. Nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo e, dall’altra, parte, un destro sporco da una dozzina di metri di Pogba, viene deviato da un avversario e poi dal palo in angolo. La partita è all’arma bianca e le ripartenze turche fanno malissimo agli uomini di Conte, salvati nell’ultima di esse da un Pirlo in versione Vidal, che non perde la trebisonda e salva. Poi, poi il minuto 94 consacra senza se e senza ma e senza che ve ne sia ulteriore bisogno, un Campione straordinario per abnegazione e spirito di squadra. Tevez si fa trenta metri in orizzontale per pressare sulla destra un difensore prima che questi possa spazzare. Tignoso, lo induce all’errore, gli soffia la sfera e se la fa restituire da Vidal. Avanza, vede Pogba al limite e lo serve in orizzontale per un rigore in movimento che il francese non può e non sbaglia per un preziosissimo 2 a 0 che chiude il match, rendendo il ritorno in casa dei turchi molto meno problematico.

2 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. ------meglio non commentare la presenza di giocatoro mediocri e inetti.....peluso da 3....osla 4...ogbonna 5.....vendeteli tutti a giugno...sono vergognosi....il resto della squadra da 6...........basta.....la solita juve europea.....inguardabile....fabbry

    RispondiElimina
  2. .e tevez che non segna neanche a porta vuota....contro una squadra che in italia farebbe fatica a salvarsi ..mah.......da 4 anni...fabbry

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta