Image Cross Fader Redux

(23 febbraio 2014) di ALESSANDRO NARDELLI - Dopo il giovedì di coppa, che l’ha vista uscire vittoriosa contro i turchi del Trabzonspor, la Juventus di Antonio Conte si rituffa nel campionato in una partita che è più di un semplice match di campionato. Si gioca infatti allo Stadium il derby della Mole, che vede i bianconeri contrapposti al Torino di Giampiero Ventura, una delle vere sorprese di questo torneo di serie A. Una sfida dentro e fuori dal campo, con Immobile e Tevez tornati nuovamente a beccarsi dopo l’intervento killer dell’attaccante granata sulla caviglia dell’argentino, che scatenò fiumi di polemiche nella gara di andata. Infatti Tevez dopo la partita pubblicò una foto del piede malconcio, cosa che a Immobile ha dato molto fastidio. Ma una sfida anche tra due dei migliori allenatori della Serie A, Antonio Conte, vero e proprio top player della panchina bianconera, pronto a rimanere ancora per molti anni l’esperienza in bianconero per poter, si spera, continuare a scrivere la storia. e Giampiero Ventura, un guru che nella sua carriera non ha mai avuto il meritato riconoscimento di una grande piazza, se si esclude l’esperienza a Napoli quando gli azzurri erano in un periodo buio. 

La Juventus nel match di questo pomeriggio ritrova finalmente la formazione titolare, visto il recupero di Barzagli e Chiellini, nelle ultime uscite assenti per infortunio. Due ritorni importanti per Conte, che potrà così disporre della difesa tipo, per poter fermare al meglio gente come El Kaddouri, Cerci e Immobile. Per il resto a centrocampo ritornano dal primo minuto Lichtsteiner e Asamoah sulle fasce e Vidal in mediana, mentre l’attacco vede Osvaldo lasciare il posto a Fernando Llorente, con l’ex Roma che potrà però essere un’arma pericolosissima a partita iniziata.

Per quel che riguarda i precedenti, il derby di questo pomeriggio sarà il numero 188, con la Juventus che finora ha vinto 78 volte, pareggiato 46 volte e perso 49 volte. Il Torino non vince una stracittadina dal 1994/95, quando riuscì a superare la squadra di Lippi, vincitrice quell’anno dello scudetto, per 1-2 con doppietta di Rizzitelli, e autogol di Maltagliati per i bianconeri. La vittoria più larga dei granata, risale al 1912, quando la squadra allenata da Vittorio Pozzo superò per 8-0 la Juventus, mentre quella della Madama è datata 1951/52, con il risultato di 6-0.

(Foto Ansa)

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta