Image Cross Fader Redux

(18 gennaio 2014) di ROBERTO SAVINO - La Roma si sbarazza facile del Livorno nel pomeriggio e la Juve è chiamata a rispondere. Poco turnover per Conte, che fa riposare Pirlo e Bonucci, dando un’opportunità rispettivamente a Marchisio e Ogbonna. I bianconeri, propositivi, con palla a terra e veloci scambi, alzano il ritmo sin dall’avvio. A tratti arrembante, è il 12° quando la Juve va vicina al gol. Il traversone di Vidal, agganciato magistralmente da Pogba, offre a Chiellini la possibilità della battuta, respinta due volte da schiene blucerchiate. Tre minuti e Tevez si divincola con abilità sulla sinistra, ma il suo mancino, difficilissimo, sfila alto. E’ una Juve bellissima, ora, che si appoggia sovente ad uno straripante Llorente per avanzare il baricentro. Al 18° è tempo di gol, e che gol. Pogba, ispiratissimo, stringe da sinistra, trova il pertugio in verticale per l’imbucata, spietata, di Vidal che, con un tocco d’esterno scippato ad un consumato bomber, secca Da Costa. Palla al centro e la Samp si fa spavalda. Gabbiadini sfiora l’incrocio con un liftato di classe, ma non c’è match, per adesso almeno. Asa al 24° conquista un corner. Tevez telecomanda per Llorente che, indietreggiando, colpisce secco con la fronte e fa 2 a 0. Buffon è strepitoso con il piede destro a deviare una botta di Mustafi nella classica azione degli ospiti dopo la rete bianconera. Sul rovesciamento di fronte, Tevez, in girata, stampa un palo che trema per qualche secondo. La Samp, pur nettamente inferiore, con coraggio ci prova ed al minuto 38 riapre la partita grazie ad una deviazione di Barzagli, su cross di Gabbiadini da sinistra, che inganna Buffon. Poco male. Tre minuti e Marchisio, in percussione, apre a destra per Vidal, steso da Regini. E’ rigore, che Vidal trasforma con un missile sotto la traversa. Intensa, precisa, concentrata, è la più bella Juve della stagione, non ci son dubbi, quella che va la riposo. Più confuso, l’avvio della ripresa non offre spunti degni di nota. Un quarto d’ora e De Silvestri schiaccia a colpo sicuro un corner di Palombo. Buffon non si sa come ci arriva e salva. E’ la scossa che riaccende il match. Sessanta secondi e l’apertura di Vidal in campo aperto per Llorente è perfetta. Stop di coscia dello spagnolo ma destro troppo schiacciato che sfila largo. Sale alta la squadra genovese, la Juve sbanda tremendamente e Gabbiadini (prova davvero impressionante la sua) riporta sotto i suoi, punendo Buffon ribattendo in porta la sua terza paratona dell’incontro, stavolta su testata di Castellini. E’ il 70° ed ora può succedere di tutto. Pogba prova a chiudere i conti da 25 metri, palla a lato. La Samp risponde con il solito Gabbiadini ed il suo sinistro liftato che centra la traversa. Ha un pizzico di paura adesso la Juve, e servirebbe un colpo risolutore che la tranquillizzi. E’ il 78° e l’interno collo di Pogba è un gioiello che si incastona in un match bellissimo, per merito di tutti i giocatori in campo. All’87° il francesino ci riprova con un sinistro che lambisce il palo più lontano e finisce così, con un triplice fischio che consacra la 12° vittoria consecutiva in campionato di una Juve bellissima nel primo tempo e un po’ timorosa nella ripresa, che, con 55 punti su 60 disponibili, conserva gli otto punti di vantaggio sulla Roma, seconda.

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta