Image Cross Fader Redux

(12 gennaio 2013) di ROBERTO SAVINO - Juve in formazione tipo, con la sola variante di Caceres in luogo di Barzagli, squalificato, per questa sfida esterna di Campionato contro un Cagliari imbattuto da due mesi, capace di mettere in difficoltà chiunque. Belle trame bianconere fin dal primo minuto, soprattutto a destra, dove un mobilissimo Lichtsteiner, ben coadiuvato da Caceres e Vidal, mette continuamente in apprensione la difesa rossoblù. Le conclusioni di Llorente (testa) e Pirlo (sinistro da fuori) son troppo timide e non impensieriscono il portiere. Fa poco o nulla la squadra di Lopez, poi al minuto 21 la partita cambia. Cossu da destra crossa per la spizzata di Conti, il quale libera Pinilla tutto solo a sinistra. Destro secco e gol del vantaggio. La Juve per qualche minuto accusa il colpo e sul corner di Cossu, è Conti ad inserirsi tra Chiellini e Cacers, per una zuccata violenta che sfiora la traversa. Due minuti e Buffon sceglie il tempo giusto per anticipare Sau tutto solo davanti a lui, altri sessanta secondi ed il portierone sventa in allungo un destraccio di Pinilla dalla distanza. Soffre la Juve, ma ha il merito di non mollare, cercando comunque, di costruire qualcosa lì davanti. E’ il 31° e Lichtsteiner, da destra, calibra un traversone per la Llorente, che salta altissimo e, con la fronte piena, indirizza la sfera a spolverare l’incrocio. E’ 1 a 1. Vidal dai 20 metri scaglia un destro potente, ma centrale, quindi Buffon, davvero strepitoso, nega con i piedi la rete ad una testata di Dessena da pochi passi. Si va al riposo così, consapevoli che, alla ripresa, ci vorrà un’altra Juve per portare a Torino i tre punti.  E l’inizio non è dei più confortanti. In quindici minuti, solo due tiri, forti ma centrali, di Tevez,  scaldano i guantoni di Adan. Il gioco è frammentato, gli errori sono tanti e le occasioni pochissime. Pirlo, spento, lascia il posto a Marchisio e la manovra decolla. Al termine di un’azione tambureggiante, la Juve guadagna un fallo laterale. Palla a Marchisio e siluro del Principino dai 25 metri sul primo palo, che piega le mani del portiere e fa 2 a 1. Solo due minuti e Vidal scorge un varco a destra per l’onnipresente Lichtsteiner e lo serve in corridoio. Palla bassa per Llorente, il quale tutto solo accompagna la palla in rete per il tris. Altri quattro ed arriva il colpo del ko. Lichtsteiner è imprendibile, taglia il campo da destra al centro lasciando la sfera tra i piedi di Llorente. Lo spagnolo piazza la botta che Adan non trattiene. Ormai invasato, lo svizzero si catapulta a raccogliere la corta respinta e con il sinistro mette dentro il gol tra i più meritati che si ricordino. E’ il 4 a 1 che non cambia più, neppure quando il Cagliari resta in 10 per l’espulsione di un nervoso Pinilla. E’ una grandissima vittoria, questa, l’11° consecutiva in campionato (record assoluto nella storia della squadra) di una Juve che ha saputo soffrire contenendo le offensive degli avversari e, successivamente, reagire colpendoli a freddo, come sanno fare solo le grandi squadre. I punti di questo girone di andata sono ben 52 (cifra mostruosa frutto di 17 vittorie, 1 pari ed 1 sconfitta); quelli di vantaggio su Roma e Napoli, entrambe vincitrici, restano rispettivamente 8 e 10.

2 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Il Cagliari si sa ci da' sempre piccole noie, ma questa Juve è incontenibile....se non ci fermiamo noi è veramente difficile che lo possa fare qualcun altro.... Viva la juve viva la vita!!!!!

    RispondiElimina
  2. Il Cagliari si sa ci da' sempre piccole noie, ma questa Juve è incontenibile....se non ci fermiamo noi è veramente difficile che lo possa fare qualcun altro.... Viva la juve viva la vita!!!!!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta