Image Cross Fader Redux

(2 dicembre 2013) di GIANLUCA SCATENA - I bambini allo stadio sono come un uovo di Pasqua: dolci fuori, ma profondamente sconosciuti. Non sai cosa hanno da offrire, cosa l'istinto dice loro in un determinato momento e cosa essi ritengono giusto o sbagliato. E' un mondo che, sorpassata una certa età, non si può più scientificamente comprendere. Per farlo al meglio bisognerebbe tornare indietro, guardarlo, appunto, con gli occhi di un fanciullo, come osava dire Pascoli. Per essere un poco più spontanei e liberi dai pensieri pesanti della quotidianità.
Allo Juventus Stadium, dopo la squalifica del tifo organizzato per presunto "razzismo territoriale", 12.200 bambini hanno invaso le due curve, accompagnando la partita con tentativi di incitamento e brusii di fatto attribuibili ad un pubblico minorenne. Ma sugli spalti non c'erano esclusivamente piccoli tifosi bianconeri. Era un vero e proprio miscuglio di fedi trascinate allo stadio con l'intento di promuovere lo sport come estraneo a qualsiasi atto di razzismo.
Un'iniziativa della società che i tifosi non hanno accettato. Come i partenopei, "vittime" di tali cori che han preferito porre la questione sul fatto che le due curve dovessero rimanere vuote.
Ma i bambini si sono divertiti. Hanno riso, scherzato...e sfottuto! Alla faccia dei moralisti che continuano a sperare in uno stadio-teatro, dove a regnare sono solo il silenzio e lo spettacolo. Perché, magari sì, il calcio moderno ha bisogno di rivoluzioni in ogni settore, ma cambiare il vento di sfida che tira in uno stadio, al di là degli eccessi che spesso e volentieri si presentano (per quelli siamo d'accordo: andrebbero aboliti!) sembra essere alquanto impossibile e indesiderato anche da alcuni allenatori.
Lo stadio è un luogo di incontro, anche di sfogo; è un luogo in festa; è un luogo dove la parola "sfottò" non ha nulla di strano, a maggior ragione per bambini che vogliono divertirsi; è un luogo dove la spontaneità è ben accetta ed è un luogo in cui un "merda" gridato dagli stessi bambini ci può stare.
Forse, oltre al sistema, c'è bisogno di rivoluzionare la mentalità di chi spesso vuol fare moralismo, o di chi parla di razzismo quando nel concreto non se ne vede l'ombra. Sarà forse una chiesa lo Juventus Stadium?

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta