Image Cross Fader Redux

(23 ottobre 2013) di ROBERTO SAVINO - La mazzata di Firenze ha lasciato il segno e con all’orizzonte questa affascinante ma complicata sfida alle merengues di Carlo Ancellotti, mister Conte mischia le carte per non correre il rischio di appassire all’ombra del solito 3 5 2. Davanti a Buffon, con Chiellini e Barzagli centrali, Ogbonna a sinistra e Caceres a destra, la difesa si schiera a 4. A centrocampo, invece, a Pogba e Vidal è affidato il delicatissimo compito di proteggere non solo la fase difensiva ma anche, per quanto possibile, la libertà di Pirlo. Lì davanti, alle immediate spalle di Llorente, giostrano l’inamovibile Tevez e Marchisio, per un 4 3 2 1 che, in fase difensiva, diventa un 4 5 1 con l’argentino ed il numero 8 allineati ai fianchi dei centrocampisti. Due minuti e proprio Marchisio prova la botta dalla distanza ma Casillas è pronto e devia in angolo. Altri due e Di Maria porta a spasso Pirlo al limite dell’area, poi inventa con classe un taglio per Ronaldo che, dribblato Buffon, deposita in rete per l’1 a 0. La reazione della Juve si fa attendere una decina di minuti, poi arriva con Tevez con un sinistro troppo largo ed al 20° con un destro a giro dalla sinistra che sfiora la traversa. Sembrano sbloccati finalmente i bianconeri, oggi in giallo, che vanno in apprensione solo sulle iniziative di un brillantissimo Di Maria. Il pari non si può dire sia davvero nell’aria, ma arriva. Caceres crossa lungo sul secondo palo e Pogba con uno scatto di reni ci arriva con la testa impensierendo Casillas (22°). Sulla ribattuta è bravissimo Llorente a mettere la sfera alle sue spalle ed è 1 a 1. Nemmeno il tempo di risistemarsi e da una punizione dalla tre quarti, la cravatta di Chiellini su Sergio Ramos è, oltre che inutile con Buffon sulla traiettoria, anche deleteria e vale il penalty che Ronaldo trasforma con un destro perfetto. Stavolta la Juve accusa il colpo e si siede un po’, lasciando larghe fette del campo alle ripartenze dei blancos, così l’unica vera azione degna di nota è un destro di Pirlo da posizione defilata che sfila alto sulla traversa. Una discreta Juve, certamente in partita, rovina tutto dopo 3 minuti della ripresa. Chiellini ostacola in maniera troppo rude Ronaldo che sfila sulla destra e l’arbitro, troppo, troppo severo, lo manda sotto la doccia. Si teme il crollo ed invece i bianconeri si ricompattano e lasciano solo un’occasionissima a Benzema che sciupa malamente (minuto 60). E piano piano a salire e cominciare a crederci è proprio la Juve. Giovinco, appena entrato, mette in crisi Casillas che ripara in angolo. Un minuto e Pogba si vede negare una punizione dal limite clamorosa, mentre dall’altra parte è bravo Buffon a non dare a Kedira alcun riferimento, costringendolo a consegnargli il pallone tra i guantoni al termine di un rapido contropiede. Sono stanchissime le squadre, il Madrid molto di più e non punge, ma ogni speranza di (meritato) pareggio sfuma su due traversoni che prima Giovinco, poi Marchisio non sfruttano a dovere. E’ una sconfitta questa, che al contrario di quella rimediata 3 giorni prima, assume tutto un altro significato. Al di là di una Champions sempre più compromessa, ma non evaporata, la squadra, attorno ad un Vidal a tratti commovente, ha dimostrato di esistere, di essere compatta ed in crescita fisica e mentale, che ben difficilmente lascerà qualcosa per strada senza aver prima sputato sangue.

3 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Il nostro cammino non è ancora terminato e stasera lo abbiamo dimostrato. A parte le prestazioni di alcuni che hanno lasciato molto a desiderare (e l'arbitro vabbè) sono convinta che la determinazione messa in campo sia di ottimo auspicio. Non ci siamo arresi. E tanto basta. Giocavamo con uno squadrone a cui abbiamo tenuto testa fino alla fine! Quindi il salto è ancora possibile...ci siamo! Avanti Juve senza paura!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente.....sia domenica per 70 minuti che ieri sera abbiamo ritrovato la juve guerriera.....un paio di considerazioni vanno fatte......Ogbonna.....perche' non impiegarlo domenica contro la fiorentina e far riposare barzagli o chiellini?.....E perche' farlo giocare da terzino ieri sera e non centrale al posto di un Chiellini che conosce bene quel ruolo?....Ergo che il mister non si fidi di lui.....pagato 15 milioni?.....la verita' e spero di sbagliarmi e' che e' stato un acquisto inutile in rapporto al prezzo e con quei soldi ci saremmo potuti comprare Zuniga che ci sarebbe stato molto piu' utile!!!!......I Granata ringraziano marmotta......l'uscita di pirlo e l'ennesimo gesto di stizza fa capire che oramai se ne andra' a fine anno....certo che se a Madrid ci danno 10 milioni non sarebbe male.....ottimo il rientro di cacerec...se avesse giocato lui al posto di isla contro i turchi ora avremmo 2 punti in piu'.....Vidal grande guerriero ma e' da tempo che non lo vediamo far piu' una incursione o un tiro in porta......ed ora battiamo il genoa.....ciao a tutti Fabbry

      Elimina
    2. .......dimenticavo Chiellini.....Roberto ne abbiamo parlato ieri sera a caldo...Giorgio lo sappiamo tutti usa sempre le braccia...aggancia...strattona ...sgomita.....in italia gli arbitri chiudono un 'okkio (non facciamo gli ipocriti)....ma all'estero lo sanno tutti che ti fischiano....il rigore era netto, cosa protesti a fare,lo sai che hai fatto una kazzata!!!
      .....cr7 ha fatto la sceneggiata e tu gli vai a mettere il braccio sul volto.......scusatemi ma non lo posso giustificare....per colpa sua abbiamo compromesso una partita.....speriamo abbia imparato!!!!

      Elimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta