Image Cross Fader Redux

(24 ottobre 2013) di ROBERTO SAVINO - Due sconfitte in tre giorni fanno sempre male, sempre. Se ti chiami Juventus, il “dolore” è ancora maggiore. Ma stavolta è d’obbligo un netto distinguo. Perché figli di padri diversi, i risultati negativi conseguiti dai bianconeri nelle trasferte di Firenze e Madrid impongono svariate riflessioni che, così, si possono riassumere. In Toscana, era bastata una discreta Juve per condurre le danze per oltre un’ora. Il non aver chiuso definitivamente una gara quasi a senso unico, ha improvvisamente riacceso le speranze di rimonta dei gigliati i quali, approfittando poi di un blackout collettivo della truppa di Conte, hanno portato a casa l’intera posta in palio in un fazzoletto di minuti. Al di là di tutto e ci si riferisce ad un modulo ormai mandato a memoria dagli avversari, così come al grossolano doppio errore arbitrale in occasione del penalty che ha riaperto la partita (che MAI deve essere fonte di alibi, di per sé pericolosissimi) ed, infine, ad errori individuali sparsi qui e là, ciò che ha davvero spaventato del match è il momento di rassegnazione fatto trasparire dagli sguardi dei protagonisti. Nell’immagine incredula del mister colta a fine gara, si specchiava quella del popolo, quello bianconero, che pensava di aver per sempre (o almeno per un altro bel pezzo)  sepolto sensazioni di un passato cobolliano lontano anni luce dall’animo di ognuno ma, in realtà, recentissimo sul calendario. Archiviata quella sfida, ad attendere gli uomini di Conte nell’immenso Bernabeu, una sfida alle stelle madridiste. E chi immaginava un match con undici pretoriani bianconeri a difesa della porta è rimasto parecchio deluso. Cambiato modulo, un 4 3 3 molto più somigliante ad un abbottonato 4 5 1, i ragazzi ieri sera sembrano aver ritrovato antiche certezze. Finalmente pochi errori e nessuna paura di sbagliare, la Juve che è andata al riposo  è stata, tenendo ovviamente conto della caratura dell’avversario, proprio bella. E ciò sicuramente fino al gol su rigore di Ronaldo che ha riportato in vantaggio i blancos. Ma ciò che è piaciuto davvero e qui penso di interpretare la sensazione di tutti, è l’atteggiamento mentale e la tenuta fisica di tutti gli uomini in campo dopo l’inopinata espulsione di Chiellini (stendiamo un velo pietoso su chi sapete). Una sola azione davvero pericolosa concessa ad avversari senza capo e senza coda, tenuti su dalle iniziative personali di un gran giocatore, Di Maria. Di fronte, e qui, scusate tutti, si è vista la mano di un grande tecnico. Pur con tutti i limiti di classe e di magia che questa squadra si porta sulle spalle rispetto ai suoi maggiori competitori ed, inoltre, con la preoccupazione di non scoprirsi troppo per non consegnarsi definitivamente al nemico, con raziocinio, lucidità e coraggio, fino all’ultima goccia di cronometro, nove uomini per 40 minuti hanno tentato in tutti i modi di raddrizzare una gara il cui risultato era già scritto nella pietra. Si, questa partita può essere la svolta della stagione, ed al diavolo quell’essere mediocre con il fischietto (vale quanto detto prima), una qualificazione divenuta maledettamente complicata ed una rosa davvero risicata per affrontare tutti gli impegni che ci attendono. Abbiamo ritrovato la nostra Juve e questa volta si, undici pretoriani coraggiosi a difesa del loro Imperatore che siede in panchina, a testa alta, sempre.

4 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. due punti in tre partite...a testa alta!
    Sempre a testa alta...con due pere in tasca,ma sempre a testa alta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sottoscrivo in toto Roberto...per il resto quando uno perde tempo a scrivere sui blog altrui vuol dire che rosica da morire...okkio alla gastrite!!!! fabbry

      Elimina
    2. ma si fabry, non ha detto nulla di male dai...è lo sfottò ed è giusto che ci sia....

      Elimina
    3. vabbe'...proprio perche' sei tu il padrone di casa

      Elimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta