Image Cross Fader Redux

(6 settembre 2013) - Se davvero qualcuno pensava che le brutte figure in Guinnes Cup avrebbero potuto influire sulla considerazione che gli allenatori europei e mondiali riservano per la Juventus, ebbene quel qualcuno si sbagliava di grosso.
Giorno dopo giorno arrivano complimenti da tutta l'Europa e bianconeri, grazie anche all'acquisto di Tevez, si pongono cosi su livelli da top-club. Per gli addetti ai lavori, insomma, la squadra di Antonio Conte è alla portata della Champions. Da Villas-Boas («La Juve ha le carte in regola per emulare il Chelsea di due anni fa. Ricordate come finì la finale dell’Allianz Arena contro i padroni di casa del Bayern Monaco che pregustavano il trionfo di fronte ai propri tifosi? I bianconeri sono una squadra solida, quadrata e ora con Tevez hanno aggiunto la ciliegina sulla torta. Chissà, magari il fuoriclasse argentino potrà essere per la Juve quello che è stato Drogba per il Chelsea...»), passando per Lucescu («Secondo me la Juve quest’anno arriverà in finale di Champions League. L’ho detto anche a Conte, cui ho fatto i complimenti per il bel gioco sfornato. I bianconeri hanno impreziosito la loro rosa con acquisti mirati e importanti, su tutti il gioiello Carlos Tevez, il famoso “top player” di cui tanto si era parlato. Insomma, la squadra è ulteriormente migliorata. Già la scorsa stagione si è vista una Juventus competitiva, che alla resa dei conti ha fatto meglio del Barcellona nella doppia sfida contro i “titani” del Bayern Monaco»), Wenger («Sorpresa bianconera? E perché mai? La Juventus è una squadra di rango, già stabilizzata su livelli molto alti di rendimento, di organico, di organizzazione societaria, di staff. Parliamo di un “team” molto solido che fa parte del novero dei favoriti. Non concordo con chi sostiene che le squadra italiane siano indietro rispetto alla concorrenza europea. Non c’è nessun divario, non vedo alcun fossato. Oltre alla Juventus bi-campione d’Italia anche il Milan e il Napoli sono da prendere con le molle. Lo sappiamo bene noi che siamo stati sorteggiati nel girone più equilibrato proprio contro la squadra di Benitez , con il quale ho un ottimo rapporto, il Borussia Dortmund vice-campione d’Europa e l’Olympique Marsiglia»), Fonseca del Porto («Le italiane sono forti. Juve e Napoli sono nel gruppo delle big, soprattutto la Juve: dopo Bayern, Manchester United e Barcellona»), Yakin del Basilea («La Juve ha tanta esperienza accumulata nell’ultima stagione in cui, comunque, è arrivata ai quarti e quest’anno può fare bene»), Berdyev del Rubin Kazan («Sono forti»), per arrivare a Keller dello Schalke 04 («La Juve è destinata a fare tanta strada in Champions. La metto dietro soltanto a Barcellona, Bayern e Chelsea, le mie tre favorite»). Guinness o non Guinness, c'è da esserne soddisfatti!

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta