Image Cross Fader Redux

(22 settembre 2013) di ROBERTO SAVINOStorari per Buffon, Ogbonna per Chiellini e Llorente di fianco a Tevez, queste le novità di mister Conte nel solito 3-5-2schierato quest’oggi per la partita odierna contro il Verona. Fase di studio e possesso palla tutto bianconero nei primi 10 minuti, poi uno scambio Llorente-Bonucci lancia il difensore verso la porta avversaria. Prontissima è l’uscita di Rafael che sventa. Si accende finalmente il match e i veneti su un capovolgimento per poco non colpiscono. Bravissimo è Barzagli a non abboccare alla finta di Cacia ed allontanare il pericolo. Cresce la Juve e con essa un Tevez in forma smagliante il quale, quando non ha la palla tra i piedi va a prendersela direttamente in pressing. Intanto si cercano cross per la testa di Llorente, ma i difensori gialloblù sono attentissimi. Lo scambio Tevez-Vidal-Teves si conclude con un esterno destro dell’argentino preda del portiere. Dominio bianconero e come accade troppo spesso nell’ultimo periodo, la beffa di un gol sugli sviluppi di un calcio da fermo. E Cacciatore a far vedere le streghe, infilando da due passi una sponda di Moras. Palla al centro, ed una Juve finalmente con il sangue agli occhi, si riversa in massa nell’area avversaria. Due minuti e l’incornata di Llorente viene respinta da Moras sulla linea di porta; altri due e Bonucci vede sulla destra Tevez servendolo profondo. L’argentino protegge magnificamente la palla, la fa scorrere e con un secco diagonale sul secondo palo pareggia! Insistono i bianconeri e dopo un violento sinistro tra le braccia del portiere di Llorente, a salire alla ribalta è uno strepitoso doppio palo di Tevez con un destro a giro dai quindici metri. Il gol è nell’aria e giunge in pieno recupero con Llorente, bravissimo a girare di testa sul secondo palo un cross tagliato di Vidal. Con il vantaggio meritatissimo, si va negli spogliatoi in attesa di una ripresa da chiudere in fretta. Ed invece, ci pensa uno straordinario Bonucci ad impedire, nel corso del settimo minuto, il pari a Jorginho. La Juve comanda sempre il gioco, ma la manovra si affievolisce. Le azioni si susseguono senza sosta, ma il più delle volte non si concretizzano per un soffio. Pogba prende il sopravvento sul centrocampo, ed in più occasioni arriva al tiro. Il più pericoloso si infrange sulla traversa e la partita non si chiude. Scorre via il match con il vivo timore di un’unica azione veronese che possa improvvisamente rimettere il risultato in discussione. L’ingresso di Marchisio al posto di Pirlo, serve ad aggiungere muscoli ad un centrocampo che riesce a condurre in porto una vittoria importante, nell’ottica di un campionato con più pretendenti, dal passo più spedito che in passato.

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta