di GIANLUCA SCATENA - La stagione bianconera inizia nel segno della fatica. A Chatillon, i ragazzi guidati da Antonio Conte non hanno avuto modo di potersi rilassare, perché il comandante salentino ha bacchettato tutti e subito. Sudore e lavoro, quindi, è il binomio che calza alla perfezione. E che Mirko Vucinic sembra non conoscere quando all’uscita dal campo balbetta un “non ce la faccio!”. Nella giornata di ieri, si è partiti con il “test yoyo, level 1”, una cinquantina di ripetute da 20 metri scandite da un computerino. Si è andati avanti con esercizi di tattica a porte chiuse, per arrivare poi alla partitella in famiglia. Quella che dichiara ufficialmente aperta la sfida delle concorrenze interne. Il tutto (tranne che per la seconda parte del programma) è stato accompagnato dalla calorosa presenza di un pubblico mai esausto, sempre pronto a cantare e supportare la squadra. Gli obiettivi principali dei cori, come immaginabile, sono i nuovi innesti della Prima squadra. In particolare, dunque, Llorente, Tevez e Ogbonna. Il primo è forse quello che ha assorbito di meno l’abbraccio della gente, dal momento che il suo trasferimento non ha visto passaggi di ingenti somme di denaro tali da far drizzare le orecchie al popolo. In ogni caso, lo spagnolo mette la sua griffe in partita, entrando nei marcatori insieme a Matri (tripletta) e Vidal. Certo è che lasciarsi scappare uno come Matri in queste condizioni, potrebbe rappresentare un rischio. Ma a volte, si sa, è necessario fare sacrifici.
Nel frattempo, comunque, la corsa continua. Tevez è costantemente sorridente e pronto ad accontentare i tifosi che chiedono autografi (come lo stesso mister che è rimasto tra la folla per circa 20 minuti); Ogbonna, nonostante le critiche inerenti il prezzo, è sempre sulla bocca di tutti. Soprattutto su quella di Conte, che un paio di volte ha dovuto rimproverarlo per posizioni e movenze errate.
Tatticamente nessuna grande novità. Da parte di alcune testate, si parla, anzi, di esercitazioni sul 3-3-4, che in fondo non è altro che una situazione offensiva del classico 3-5-2. Un modulo che resterà sicuramente nell’archivio “di partenza”, magari insieme ad alternative come quelle che si sono viste alla fine dello scorso campionato. Vedremo.

FONTE: Colpoditaccopro.it
@gianlucascatena

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su FORZA JUVE!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 - Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com