di GIANLUCA SCATENA - Secondo le ultime indiscrezioni dall'ambiente, la trattativa che sembrava esserci tra Juventus e Diamanti, in verità, non presenta basi solide su cui realizzarsi. L'ipotizzabile acquisto di Alino favorirebbe l'idea di un tridente in attacco, con lo stesso toscano a fare da vertice basso a due punte a scelta tra le numerose (Tevez-Llorente, diremmo...), alternandosi all'inamovibile Marchisio.
Le richieste del Bologna (10 milioni più Giovinco), comunque, non possono dirsi convincenti; oltretutto, a Chatillon, i tocchi di classe, la forma fisica e l'agonismo di Vucinic non passano inosservati, a tal punto che sulla sua figura si calcolano tuttora nuovi esperimenti tattici.
E' nel ritiro estivo che i concetti di Conte si chiarificano e si mettono in atto. Per adesso, tutto gira attorno al classico 3-5-2, trasformato dai giornali in un 3-3-4, che altro non è che una semplice situazione tattica da adottare nel suddetto modulo di partenza. Eppure, considerando in ugual modo gli obiettivi di mercato, è evidente come il mister abbia intenzione di "cambiare rotta". Al di là del già citato e sfruttato 4-3-1-2, una sua eventuale trasformazione potrebbe essere il 4-3-2-1, con due mezzale e un finalizzatore. In sostanza, Tevez-Llorente-Vucinic. Col montenegrino che, viste le sue giocate e la sua intesa con gli altri due, si adeguerebbe perfettamente anche al ruolo di trequartista nel 4-3-1-2, spaziando liberamente tra le linee.
Se non fosse stato per il fattore denaro, Jovetic avrebbe potuto dare il turno al connazionale nello stesso ruolo. Come avrebbe potuto farlo un certo Iker Muniain, sogno inarrivabile del mister pugliese. Inarrivabile per soldi e perché coi Baschi, si sa, a trattare spesso si perde.

@gianlucascatena

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su FORZA JUVE!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 - Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com