Image Cross Fader Redux

di MATTEO - Dopo tanti anni a champagne e caviale a Palermo sono cambiate le prospettive. Zamparini ha volutamente ridimensionato le aspettative del club siculo ed ha profondamente modificato l’organigramma societario. Il presidente veneto si è defilato ed ha lasciato libertà d’azione all’ad Lo Monaco, non solo dipendente ma titolare del dieci percento delle azioni societarie. L’ex direttore del Catania è affiancato in fase di mercato dal giovane e talentuoso Luca Cattani, confermatissimo dopo aver messo lo zampino in colpi come quello di Pastore. La competenza è tanta ma i soldi sono sempre meno e allora non resta che affidarsi alla propria abilità nello scouting, trovando i giovani più promettenti nel panorama internazionale. In questa ottica, sono stati come sempre molto numerosi gli arrivi da Sudamerica e Europa orientale. Le prime giornate estremamente deficitarie sono costate la panchina a Beppe Sannino, vittima designata in un avvio prevedibilmente complesso. Al suo posto è arrivato Gasperini, con animo pugnace e colmo di volontà di prendersi rivincite verso il nemico Moratti.
Con il lavoro dell’ex Genoa i risultati sono migliorati, nonostante una rosa non molto competitiva.
In porta il titolare è l’ex Novara Ujkani. L’albanese è in grado di sfoderare prestazioni importanti, troppo spesso però, intervallate da errori gravissimi. Il vice Benussi non garantisce maggiore sicurezza e non è riuscito a scalfire la supremazia si Samir.
Il pacchetto difensivo è fragile e non potrebbe essere altrimenti vista la giovane età dei componenti.
Munoz, Labrin, Milanovic, Morganella e Garcia raggiungono a fatica cento anni insieme. Tutti e cinque sono caratterizzati da buonissime doti tecniche e da un avvenire sicuro. Ad oggi però, al pari di Ujkani sono ancora troppe le ingenuità compiute( vedasi Garcia contro l’Inter) per pretendere un posto da titolari fissi. Ben più esperto è Mantovani. L’ex Chievo dopo le difficoltà iniziali sembra tornato essere ai suoi livelli coniugando attenzione in fase difensiva a pericolosissimi inserimenti. Al suo fianco lo svizzero Von Bergen sta disputando la miglior stagione da quando gioca in serie a. Grandi capacità aeree e finalmente una maggiore sicurezza in impostazione hanno permesso all’ex Hertha Berlino di giocare con continuità. A centrocampo sono di vitale importanza la forza e la tenacia di Arevalo e Donati( spesso arretrato da difensore). Il duo di mediani consente ai più tecnici Barreto e Kurtic una regia più tranquilla e qualitativa. L’ex Atalanta è uno dei più criticati, non avendo fatto il salto di qualità atteso da tutti. Lo sloveno ex Varese è invece una delle note più liete. Con i suoi dribbling e l’entusiasmo contagiante ha conquistato anche i più scettici. Ultimamente sta trovando spazio anche Giorgi. L’ex Novara si trova a suo agio nel 343 gasperiniano. Sull’esterno alto può infatti spingere spensierato avendo una maggior copertura e vedendo aumentere esponenzialmente le possibilità di conclusione.
Il reparto migliore resta quello offensivo. Davanti la classe del trio Miccoli, Brienza, Ilicic può fare male in ogni istante del match. Il grande ex dell’incontro rientra dalla squalifica e sarà smanioso di mostrarci una volta di più tutte le sue doti. I suoi tiri violenti e precisi e, le sue magie in dribbling sanno infiammare la folla locale e trascinare il team alla vittoria. Brienza è tornato dopo anni nella squadra dove sbocciò al fianco di Toni e, sembra essere in uno stato di grazia. Nonostante i trentatre anni corre come un ragazzino e si sacrifica pure in fase difensiva. Le sue incursioni alternate a quelle di Josip Ilicic possono essere letali. Lo sloveno, dopo un anno di crisi nera è finalmente tornato a recitare un ruolo da protagonista, firmando il derby con una doppietta sontuosa. La sua visione di gioco è unica anche nel panorama nazionale, i suoi piedi una meraviglia. Dalla panchina dovrebbe partire uno dei colpi migliori del mercato, l’Argentino Dybala. L’ex Instituto de Cordoba è potenzialmente uno dei miglior attaccanti al mondo. Sa far salire la squadra difendendo palla alla grande, è dotato di un gran dribbling e di un’eccellente capacità nel giocare sul filo del fuorigioco.
PORTA: 4.5
DIFESA: 4.5
CENTROCAMPO: 5
ATTACCO: 7

Che ne pensi? Lascia il tuo commento e interagisci con gli altri!

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta