Image Cross Fader Redux

di GIANLUCA SCATENA - Ok. Il 13esimo pareggio è arrivato. A Bologna, Pioli ha disposto una squadra tosta e combattiva, incentrata sul pressing e sui contropiedi fulminei delle sue migliori pedine. E' evidente che da più parti qualcuno abbia gia' capito come aggiungere una piccola pezza al gioco espresso dalla Juve. Le marcature incessanti su Pirlo, invero, continuano a darne prova partita dopo partita. Pareggio dopo pareggio. Eppure, e' un elemento che potevamo aspettarci. Conte, senza dubbio, ci sta lavorando.

Probabilmente, la Juve vista nel primo tempo al Dall'Ara e' stata la peggiore di questa annata. Imprecisa e senza fiato. Un fatto decisamente strano al cospetto delle maniacali preparazioni atletiche svolte nel corso degli ultimi mesi. Un fatto ancora piu' inspiegabile se si considera l'enorme quantita' di carburante aggiunto al serbatoio nel ritiro invernale di Dubai. E tralasciando quel consuetudinario difettuccio che trascina i bianconeri da settembre, vale a dire la mentalita' "pro magno, contra parvum", i tre punti, a Gennaio, sono stati agguantati tre volte su quattro. Che le colpe debbano essere attribuite all'ulteriore pausa non prevista e imposta dal maltempo, ci sta ed e' alquanto evidente, visti i cinque pareggi registrati a partire dall'inizio di febbraio, data dell'ondata di gelo che ha colpito l'intera Italia. Ci sta perche' nel momento topico della stagione si e' verificato un troncamento alla continuita' talmente fortuito da stravolgere qualsiasi aspettativa (una situazione analoga si è avuta nel Pescara di Zeman, che dopo due turni di stop forzato ha interrotto il suo magico momento: un solo punto in due partite prima di riprendersi definitivamente con Sassuolo e Juve Stabia). Questo, Antonio lo sa bene, tanto che al Tardini fu uno dei pochi a lamentarsi per aver mancato l'appuntamento, quando nel contempo lo sciacallaggio dell'opinione pubblica, inspiegabilmente, lo aveva preso di mira assieme al resto della truppa gobba, accusandolo, magari, di eventuali condizionamenti nelle decisioni prese affinche il match potesse essere spostato. Baggianate, ovviamente.

Con tutto ciò, se riuscissimo a ragionare contando fino a che indispensabile, capiremmo come, nell'esempio di tutte le squadre che basano il loro gioco sulla corsa e sulla determinazione del collettivo, il calo stagionale sia giustificato e logico.
Nel gioco e nella politica espressi, chiaramente, si cerca sempre di imitare i grandi del presente, che di fatto coincidono con i mostri targati Barcellona. Le potenzialità, anche a livello fisico, tuttavia, sono quelle che sono e, comunque vada, bisogna farsene una ragione.
Quello che andrebbe "rimproverato", posto che sia così inevitabile, riguarda la "dittatorialità" di un Conte che, a volte, sembra volersi mantenere in una cerchia ristretta di scelte da cui non si può assolutamente eccedere. Inizialmente, la classifica offriva un supporto concreto alle sue idee. Niente poteva dargli torto. Ora, invece, è arrivato il momento di mettere in gioco tutte le risorse utili (vedi Elia) ad uscire da una situazione che non parla positivamente, in conseguenza di un fattore, quello delle pause inattese, che ha davvero giocato un ruolo significativo.

In ogni modo, c'è chi, attualmente, dimostra di saper gettare al vento cinque mesi di vero calcio, addossando colpe su colpe ad un unico soggetto (tra l'altro, autore di un grande campionato) senza un minimo di raziocinio, evitando critiche che al contrario potrebbero rivelarsi costruttive. Indubbiamente, la neve e il gelo hanno avuto i loro effetti, ma a -2 il campionato è ancora lungo...Poi, giustamente, "che non salga nessuno su quel cazzo di carro!".


Seguimi su TWITTER!

8 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Conte sono uno juventino e un salentino come te ... perciò te lo dico in dialetto nostro ... nu capisci nienti, sbaji formazioni e sostituzioni in continuazione!!! Si l'unicu in Italia ca no' capiu ancora ca Matri tocca scioca sempre!!! Sbajia 'na partita 'dhu vagnone e subitu lu cacci ... Vucinic no' nne mbeste una e lu teni sempre ddhai!!! Timi troppu cu ssinti n'allenatore de Juve!!! Va' allena lu Casamassella ca è mejiu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gigi ma evita di sparare cazzate daii, che fai l'allenatore come mestiere? CHI CRITICA LE SCELTE DI CONTE NON È UN VERO TIFOSO.

      Elimina
  2. Le critiche possono anche starci, perche di certo non e' perfetto e anche lui puo sbagliare...ma se poi si esagera e si critica solo per infangare...li ci si incazza!

    RispondiElimina
  3. ma perchè non dite la verita milan 6 rigori afavore zero contro juve uno solo a favore 3 contro.alla juve non vengono concessi nessun rigore vedi siena vedi chievo vedi cagliari vedi inter con marchisio.figc corrotta i fischietti ancora peggio

    RispondiElimina
  4. ma se alla juve non danno nessun rigore e assurdo tutti contro stampa televisioni arbitri

    RispondiElimina
  5. Aggiornate il conto che sono 14!!!
    di questo passo il carro avrà due soli colori...il rosso e il nero...ah ah ah...dai che salirete a quello di carnevale!!!

    RispondiElimina
  6. Senza Pirlo sarebbe una squadra da metà classifica e l'apporto di Conte vale poco.
    Gi acquisti di Marotta sono un manuale di come scialacquare i soldi.
    però forza Juve e speriamo nel Kul perchè con questa squadra non ci rimane altro.

    RispondiElimina
  7. Ps ma i ladri pur disponendo sempre di 50 giocatori hanno un allenatore zerbino peggio di Conte e si può sperare quando rientreranno tutti dagli infortuni. a quel punto il cervellino di Allegri andrà in Tilt.

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta