Image Cross Fader Redux

di ROBERTO SAVINO - Nato il 9 novembre 1974 a Conegliano Veneto (TV) ma vissuto a Saccon, frazione di San Vendemiano, il piccolo Alex a soli otto anni, sotto lo sguardo attento di papà Gino e mamma Bruna, si mette in mostra con la maglia del suo paese, facendo tutta la trafila dai pulcini ai giovanissimi. Poi il passaggio al Padova, squadra nella quale si mette subito in luce come uno dei talenti più importanti del momento, dove nel 1990 vince il campionato italiano giovanissimi, debutta in serie B ed attira le attenzioni delle grandi squadre. Già da ragazzino calciava il pallone con classe e bastava essere dei discreti osservatori per capire la differenza di eleganza con la quale il talentino trattava il pallone rispetto ai suoi coetanei. Al termine della stagione 1992-1993 il passaggio alla corte della squadra sognata da bambino. In soli due anni brucia le tappe passando dalla Primavera ai massimi livelli del calcio mondiale. Nasce la leggenda Del Piero, una leggenda tutta la servizio di Madama, una vita in bianconero condita da 696 presenze, 286 reti, 7 scudetti, 1 Champions, 1 coppa intercontinentale, 1 supercoppa europea, 1 coppa italia, 4 supercoppe italiane, 1 coppa intertoto, 1 campionato di serie B, 1 scudetto primavera, 1 torneo di Viareggio e 4 titoli di capocannoniere (Champions League 97-98; coppa italia 05-06, serie b 06-07 e serie a 07-08). Dal debutto di Foggia del lontano 12 settembre 1993, fino al match di coppa Italia contro il Milan, tantissimi sono i record della squadra che portano il suo nome, a partire da quello relativo alle presenze e mercature ufficiali, fino a quello di durata con la casacca bianconera sulle spalle (19 anni). Indimenticabili tante reti, quelle alla Del Piero fra tutte, con quel destro a giro scoccato dai 16 metri, un po’ spostato sulla sinistra, con una torsione di caviglia e ginocchio che non ha eguali, con la palla che muore sempre dove il portiere non può arrivare. Inarrivabile la rete che completa la strepitosa rimonta contro la Fiorentina nell’anno del primo scudetto dell’era Lippi ((94-95)….i gol nella Champions League vinta l’anno successivo….tutti quelli al Real Madrid nel corso della carriera (5)…quello all’inter su punizione nel 2005 e tanti, tanti altri ancora…. Ma Del Piero è anche l’uomo che ha saputo affrontare i momenti difficili, risolverli da solo e da uomo, accettando sempre il verdetto del campo senza sconti o sentimenti popolari, sfoderando sempre una personalità da fuoriclasse. Testardo ha messo sempre a tacere i suoi detrattori, ha superato sul campo il brutto momento dell’infortunio di Udine del 98, si è rafforzato invece di lasciarsi andare. Ha seguito la sua squadra in serie b insieme ad autentici Samurai, contribuendo a scrivere una storia sportiva impareggiabile rispetto ai titoli di cartone inseguiti da chi è fuggito insieme alla sua superbia. Perché Alex del Piero è la storia di ognuno di noi. E’ la sublimazione del nostro sogno. Un sogno chiamato Juventus.

Roberto Savino, classe 1970, avvocato. 
"Alex del Piero minuto per minuto" (Castelvecchi editore, €16,50) è il suo primo libro.

7 commenti...dì la tua!... Leggi e aggiungi il tuo commento!

  1. Complimenti a Savino! Alex descritto in poche righe...

    RispondiElimina
  2. Bello il pezzo, bello il libro che è già in mio possesso e di cui consiglio l'acquisto. Alex uno di noi!!! Grazie Roberto.

    RispondiElimina
  3. "...contribuendo a scrivere una storia sportiva impareggiabile rispetto ai titoli di cartone inseguiti da chi è fuggito insieme alla sua superbia. Perché Alex del Piero è la storia di ognuno di noi. E’ la sublimazione del nostro sogno. Un sogno chiamato Juventus." Bellissimo Rob :)

    RispondiElimina
  4. Viva Del Piero unico grande capitano juventino e grande leggenda mondiale.

    RispondiElimina
  5. Grandissimo Roby...come parli tu del capitano nessuno mai... riesci sempre a farmi uscire una lacrimuccia di emozione! Gradissimo!

    RispondiElimina
  6. highlander.....conosco questi passi perfettamente....forse conosco meglio io la sua storia che non il diretto interessato(alex)....senza di te il calcio non sarà più lo stesso...grande roberto...giuseppe costantino

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento su ForzaJuveblog.com!

Copyright 2006 | Forza Juve blog - www.forzajuveblog.com | Links utili: Redazione - Contattaci - Siti amici - Risultati in diretta